ilpa

News ILPA


2015

Inizio progetto “protezione totale bordo casseforme”


2011

Risparmio energetico: In aggiunta all’autonomia termica, inizia la produzione fotovoltaica per energia elettrica.


2009

Progetto C.F.P. Collaborazione con mercato nord America


2008

Brevetto WO/2008/155244


2008

Nuovo rivestimento plastico


2008

Brevetto
WO/2008/095897


2007

Progetto PURMAX


2005

Brevetto per pannello con bordo a L per telai metallici WO/2005/064099


2005

Creazione IES team


2004

Brevetto XLIFE


1993

Brevetto STRATO-STOCK


1989

Collaborazione ILPA-GOR


1977

Inizio produzione cassero tre strati


1962

Inizio produzione pannello listellare


1948

Nascita falegnameria Pasotti.

News dell'innovazione


L’ALBERO PIU ANTICO DEL MONDO E’ UN ABETE ROSSO E HA 8.000 ANNI

Leif Kullman, botanico all’università Umea (Svezia) ha recentemente datato un abete rosso di 8.000 anni. Il botanico spiega “abbiamo trovato il gruppo di alberi nel centro della Svezia, in un luogo che per puro caso non è stato interessato dal taglio che interessa le foreste della regione. Tra gli studi eseguiti abbiamo fatto datare al carbonio 14 le radici più antiche di una delle piante e a sorpresa abbiamo appreso che esse hanno un’età di 8.000 anni. La scoperta fa di questo albero, e probabilmente del gruppo a cui appartiene, il più antico organismo vivente oggi conosciuto”. Fino a ora l’albero più antico noto ai botanici era “Matusalemme” un pino Bristlecone con un’età di circa 5.000 anni. Altri alberi monumentali vecchi di migliaia di anni sono noti in Iran dove un cipresso ha compiuto i 4.000 anni di età, in Cile dove un’altra pianta simile ha compiuto i 3.600 anni. Alberi da 2-3.000 anni sono poi innumerevoli e presenti un po’ in tutto il mondo. In Italia il censimento degli alberi monumentali è stato realizzato dal Corpo forestale dello stato che ne ha individuati circa 150. Da questo lavoro si scopre che l’albero più antico d'Italia, un oleastro, ha un’età che si aggira attorno ai 3.000 anni. (La Repubblica)


FOTOSINTESI: UNA NUOVA FONTE DI ENERGIA ELETTRICA

La fotosintesi è il processo attraverso il quale le piante convertono l'energia solare in energia chimica. In presenza di luce visibile,nel corso di una complessa serie di reazioni chimiche, il biossido di carbonio (CO2) e acqua (H20) si trasformano in glucosio e O2. Ricercatori del Centre de Recherche Paul Pascal (CNRS) hanno sviluppato una cella di biocarburanti che funziona utilizzando i prodotti della fotosintesi (glucosio e O2) ed è costituita da due enzimi modificati. La cella è stata poi inserita in una pianta vivente, in questo caso un cactus. Una volta che gli elettrodi, molto sensibili alle O2 e glucosio, sono stati impiantati nella foglia di cactus, gli scienziati sono riusciti a monitorare in tempo reale l’andamento della fotosintesi. Essi sono stati in grado di osservare un aumento della corrente elettrica quando una lampada da tavolo è stata accesa, e una riduzione quando è stata spenta. Durante questi esperimenti, gli scienziati sono stati anche in grado di fare la prima osservazione in tempo reale dei livelli di glucosio durante la fotosintesi. Questo metodo potrebbe offrire un nuovo modo di comprendere meglio i meccanismi della fotosintesi. Inoltre, i ricercatori hanno dimostrato che una cellula di biocarburanti inserita in una foglia di cactus potrebbe generare una potenza di 9 W per cm2. Poiché questo risultato è stato proporzionale alla intensità della luce, una più forte illuminazione accelerava la produzione di glucosio e O2 (fotosintesi), cosi ulteriore carburante fu disponibile ad azionare la cella. In futuro, questo sistema potrebbe in ultima analisi, porre la base per una nuova strategia per una trasformazione di energia solare in energia elettrica, amica dell’ambiente e rinnovabile.  (Victoria Flexer, Nicolas Mano, anayitical chemisty)


PRODURRE IDROGENO DALLE PIANTE

Una nuova tecnica per ricavare idrogeno direttamente dal legno è stata messa a punto grazie a una collaborazione tra l’istituto di tecnologia della Virginia, l’università di tecnologia della Georgia e il laboratorio nazionale americano Oak Ridge. I ricercatori hanno selezionato tredici enzimi che riescono a estrarre da amido e cellulosa l’idrogeno desiderato, ricavandolo dai polisaccaridi usati dalla pianta per immagazzinare energia o per realizzare le sue parti di sostegno. La reazione funziona a una temperatura di 30° C e a pressione atmosferica. (Science)


SVELATO IL SEGRETO DEL CEMENTO

Sebbene il cemento sia un materiale utilizzato da millenni, molti suoi aspetti rimangono ancora inspiegati, come ad esempio il ruolo dell’acqua nel processo di indurimento. I ricercatori dell’istituto nazionale americano degli standard e delle tecnologie NIST e dell’Università Northwestern hanno descritto per la prima volta con precisione come avviene l’interazione tra liquido e singole molecole. In particolare, gli studiosi sono stati in grado di identificare l’azione dell’acqua che crea legami chimici tra calcio e silicio distinguendola rispetto a quella del semplice assorbimento tra molecole. Lo studio permetterà di sviluppare cementi di maggiore durata e resistenza. (Nature Materials)


LA NOCE ? UN POTENTE INSETTICIDA

Perché vale la pena di piantare un albero di noce? Non solo perché produce noci, un frutto particolarmente benefico per i diabetici, ma anche perché è un insetticida e un erbicida naturale. Tiene lontano mosche e moscerini: le foglie emettono un vapore debolmente tossico che li scaccia. Le radici producono una sostanza chimica, lo juglone ( 5-hjdroxy-1,4-naftochinone ) tossico per molte piante e organismi acquatici perché filtra nel suolo e interferisce con la respirazione di molte piante circostanti, che diventano giallastre e spesso muoiono. Questa sostanza, innocua per l’uomo,è così attiva,che spesso viene usata in agricoltura come insetticida naturale. (Roberto Salvador)

Aforismi


Chi getta un seme, lo deve coltivare se vuol vederlo col tempo germogliare.


"Lucido" è quando credi soltanto a metà di ciò che ti dicono. "Brillante" è quando sai a quale metà credere.


Agli stupidi non capita mai di pensare che il merito e la buona sorte sono strettamente correlati.

Johann Wolfgang Göethe

Avere genio significa partecipare all'irrazionalità del cosmo.

Hofmannsthal

Aiuta un uomo contro la sua volontà e sarà come se lo uccidessi.

Orazio

Affrettati lentamente

Cesare

Chi conosce in profondità, si sforza d'essere chiaro; chi vorrebbe sembrare profondo alla moltitudine, si sforza d'essere oscuro.

Friedrich Nietzsche

La ricerca della verità è più preziosa del suo possesso.

Albert Einstein

Anche la mente più erudita ha qualcosa da imparare.

George Santillana

A volte il cuore vede cose che sono invisibili agli occhi.


Cerca di essere il giocatore di scacchi, non il pezzo sulla scacchiera.


Acquisisci nuove conoscenze mentre rifletti sulle vecchie, e forse potrai insegnare ad altri.

Confucio