ilpa

News ILPA


2018

da 70 anni produciamo innovazione


2017

Inizio produzione del primo pannello di cassaforma con protezione del bordo perimetrale in poliuretano iniettato ad alta pressione.


2015

Inizio progetto “protezione totale bordo casseforme”


2011

Risparmio energetico: In aggiunta all’autonomia termica, inizia la produzione fotovoltaica per energia elettrica.


2009

Progetto C.F.P. Collaborazione con mercato nord America


2008

Brevetto WO/2008/155244


2008

Nuovo rivestimento plastico


2008

Brevetto
WO/2008/095897


2007

Progetto PURMAX


2005

Brevetto per pannello con bordo a L per telai metallici WO/2005/064099


2005

Creazione IES team


2004

Brevetto XLIFE


1993

Brevetto STRATO-STOCK


1989

Collaborazione ILPA-GOR


1977

Inizio produzione cassero tre strati


1962

Inizio produzione pannello listellare


1948

Nascita falegnameria Pasotti.

News dell'innovazione


SVELATO IL SEGRETO DEL CEMENTO

Sebbene il cemento sia un materiale utilizzato da millenni, molti suoi aspetti rimangono ancora inspiegati, come ad esempio il ruolo dell’acqua nel processo di indurimento. I ricercatori dell’istituto nazionale americano degli standard e delle tecnologie NIST e dell’Università Northwestern hanno descritto per la prima volta con precisione come avviene l’interazione tra liquido e singole molecole. In particolare, gli studiosi sono stati in grado di identificare l’azione dell’acqua che crea legami chimici tra calcio e silicio distinguendola rispetto a quella del semplice assorbimento tra molecole. Lo studio permetterà di sviluppare cementi di maggiore durata e resistenza. (Nature Materials)


IL CEMENTO E IL CALCESTRUZZO: UN PERCORSO LUNGO MILLENNI

Nell'antichità si era alla ricerca di “una colla per le pietre”.
Per legare tra loro le pietre, i muratori utilizzavano:
- l’argilla nella Preistoria
- il bitume a Babilonia
- il gesso in Egitto 
- la calce in Grecia.

I Romani inventarono il primo cemento. Aggiungendo alla calce le ceneri vulcaniche del Vesuvio, ottengono un legante che, miscelato con l’acqua, diviene malleabile e indurisce seccandosi.

1756: L’inglese Smeaton fabbrica una malta che ha le stesse proprietà di una pietra molto dura, la pietra di Portland.

1817: Il francese Louis Vicat studia scientificamente questo legante, ne scopre le grandi qualità e le rende note: diventa così l’inventore ufficiale del cemento.

1824: Lo scozzese Aspodin deposita un brevetto per il primo cemento Portland.


LE PROTEINE DELLA GRAVITA'

Le piante crescono sempre verso l’alto e ora sappiamo perché. I due team, guidati da Justyna Wisniewska, dell’Istituto polacco di biologia di Torun e da Jan Petrasek, dell’accademia delle scienze di Praga, hanno mostrato come un gruppo di proteine chiamate PIN aiuta le radici ad individuare la direzione del campo gravitazionale. Determinano infatti il verso del flusso dell’ormone vegetale auxina, che a sua volta guida la crescita delle piante e il corretto orientamento delle radici. (Science)


IL CEMENTO CHE RESPIRA

TX Active® è il principio attivo fotocatalitico per materiali cementizi, brevettato da Italcementi.   I prodotti contenenti TX Active® sono in grado di abbattere gli inquinanti organici e inorganici presenti nell’aria e conservano nel tempo la qualità estetica dei manufatti. TX Active®, è un prodotto ecocompatibile certificato per malte, pitture, intonaci e pavimentazioni. Con le sue proprietà disinquinanti e autopulenti, è il sigillo di qualità per i prodotti cementizi fotoattivi realizzati per migliorare la vita nelle nostre città.  ( ITALCEMENTI)


L’ALBERO PIU ANTICO DEL MONDO E’ UN ABETE ROSSO E HA 8.000 ANNI

Leif Kullman, botanico all’università Umea (Svezia) ha recentemente datato un abete rosso di 8.000 anni. Il botanico spiega “abbiamo trovato il gruppo di alberi nel centro della Svezia, in un luogo che per puro caso non è stato interessato dal taglio che interessa le foreste della regione. Tra gli studi eseguiti abbiamo fatto datare al carbonio 14 le radici più antiche di una delle piante e a sorpresa abbiamo appreso che esse hanno un’età di 8.000 anni. La scoperta fa di questo albero, e probabilmente del gruppo a cui appartiene, il più antico organismo vivente oggi conosciuto”. Fino a ora l’albero più antico noto ai botanici era “Matusalemme” un pino Bristlecone con un’età di circa 5.000 anni. Altri alberi monumentali vecchi di migliaia di anni sono noti in Iran dove un cipresso ha compiuto i 4.000 anni di età, in Cile dove un’altra pianta simile ha compiuto i 3.600 anni. Alberi da 2-3.000 anni sono poi innumerevoli e presenti un po’ in tutto il mondo. In Italia il censimento degli alberi monumentali è stato realizzato dal Corpo forestale dello stato che ne ha individuati circa 150. Da questo lavoro si scopre che l’albero più antico d'Italia, un oleastro, ha un’età che si aggira attorno ai 3.000 anni. (La Repubblica)

Aforismi


Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta.

Socrate

Il buon legname non cresce facilmente: più forte è il vento,più robusto è l’albero

W. Marriott

I concetti della fisica sono libere creazioni dello spirito umano, e non sono, nonostante le apparenze, determinati unicamente dal mondo esterno.

Albert Einstein

Quando tutto sembra essere contro ricorda che l’aereo decolla contro vento,non con il vento in poppa.

H. Ford

Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo.

Aristotele

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile.

San Francesco d'Assisi

Stà a te: puoi credere di farcela o credere di non farcela. In entrambi i casi i fatti ti daranno ragione.

H. Ford

Agnostico è chi non crede a niente e pretende che gli altri credano a lui.

Gaston Pollard

Non è il più forte della specie che sopravvive e neppure il più intelligente. Sopravvive la specie che si adatta meglio al cambiamento.

Darwin

Le tre regole di lavoro: 1. Esci dalla confusione, trova semplicità. 2. Dalla discordia, trova armonia. 3. Nel pieno delle difficoltà risiede l'occasione favorevole.

Albert Einstein

Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.

Pablo Picasso

Il nostro principale punto debole è nel rinunciare.Il modo migliore per avere successo è nell’insistere sempre, ancora una volta.

T. Edison